Novelle disincantate

autore:  Jacques Bens
editore: Racconti edizioni
traduttore: S. Buccaro
prezzo: euro 16,00
pagine: 151
anno pubblicazione: 2019

Nel 1990 le Novelle disincantate vinsero il premio Goncourt dedicato al racconto salvo poi sparire dalla scena internazionale, mai pubblicate in Italia.

«Pescivendoli inventori. Maghi della pioggia ansiosi di vendetta sui meteorologi. Amate Perec e il teatro dell’assurdo? Accomodatevi: Jacques Bens è il folle che fa per voi»Gaia Manzini, Robinson

Per Jacques Bens – fra i fondatori storici della celebre Oulipo, l’officina di letteratura potenziale di Perec e Queneau – si trattava quasi di un riconoscimento alla carriera, prima di morire a soli settant’anni dieci anni più tardi. Le novelle del resto sembrano il contraltare breve dei più famosi romanzi oulipensi: medesima leggerezza, ironia e vena di romanticismo concentrati in racconto. Eppure per vocazione pseudoscientifica si avvicinano più alle elucubrazioni di Jarry, o alle scienze inesatte dei Figli del limo. Gli inventori del moto perpetuo sono non a caso dei pescivendoli, a usufruire delle macchine del tempo sono musicisti impacciati con le donne, chi sa come far piovere a comando viene lasciato dalla moglie proprio per il meteorologo. È questa la cifra ironica di Bens. Scienziati impacciati, maghi che non chiedono troppo alla vita, maestri che per spiegare come si scrive un racconto finiscono per scriverselo addosso.

The following two tabs change content below.

luca

Ultimi post di luca (vedi tutti)